Neurologia Molecolare



Denominazione: Neurologia Molecolare

 

Descrizione attività di ricerca:

Le attività di ricerca dell’Unità di Neurologia Molecolare, da me diretta, sono incentrate a valutare, in modelli di malattie neurodegenerative, i meccanismi di disomeostasi ionica associata a processi di morte neuronale in condizioni di sovrastimolazione dei recettori del glutammato. Il nostro gruppo studia, in vitro ed in vivo, tali processi impiegando un’ampia gamma di tecniche (ionic imaging, elettrofisiologia, proteomica, genomica) su modelli preclinici di malattie quali Alzheimer, Huntigton’s disease, Amyotrophic Lateral Sclerosis e stroke. Il gruppo porta anche avanti un filone di ricerca clinica volto a valutare l’efficacia di trattamenti farmacologici e non, nell’ambito di processi cognitivi di soggetti anziani o affetti da Mild Cognitive Impairment e/o demenza. Tali studi si avvalgono di tecniche strumentali quali Risonanza Magnetica strutturale e funzionale e sono condotti in associazione ad analisi di carattere “omico” (proteomics, lipidomics, metabolomics, genomics).

 

Responsabile:

Prof. Stefano L. Sensi

 

Membri:

Manuela Bomba (Assegnista), Stefano Delli Pizzi (Ricercatore), Alberto Granzotto (Ricercatore), Noemi Massetti (Dottoranda), Petra Mazzocchetti (Assegnista)

 

Collaborazioni:

Prof. Marco Onofrj (DNISC); Prof. Antonio Ferretti (DNISC); Prof. Maria A. Mariggiò (DNISC); Prof.  Valentina Gatta (UdA); Prof. Maurizio Ronci (UdA); Prof. Manuela Iezzi (UdA); Prof. Rossano Lattanzio (UdA); Prof. Lorella M.T. Canzoniero (UniSannio); Prof. Carlo Caltagirone (Fondazione S. Lucia); Prof. Gianfranco Spalletta (Fondazione S. Lucia); Prof. Domenico Ciavardelli (UniKore); Dott.ssa Rosanna Squitti (Ospedale Fatebenefratelli); Prof. Annamaria Cimini (Univaq); Dr. Valerio Frazzini (Francia); Prof. Daniele Piomelli (USA); Prof. Israel Sekler (Israele); Prof. Pierre Paoletti (Francia); Prof. Ashley Bush (Australia); Prof. Jae-Young Koh (Corea del Sud); Prof. Mathew Blurton-Jones (USA); Prof. Elias Aizenman (USA); Prof. Anne K. Brem (Germania)

 

Pubblicazioni rilevanti:

  1. SENSI SL, PAOLETTI P, BUSH AI, SEKLER I. Zinc in the physiology and pathology of the CNS. Nature Rev Neurosci. 2009 Nov;10(11):780-91. Epub 2009 Oct 14. doi.org/10.1038/nrn2734
  2. C CORONA, F MASCIOPINTO, E SILVESTRI, A DEL VISCOVO, R LATTANZIO, R LA SORDA, D CIAVARDELLI, F GOGLIA, M PIANTELLI, L M T CANZONIERO, SENSI S.L.. Dietary zinc supplementation of 3xTg-AD mice increases BDNF levels and prevents cognitive deficits as well as mitochondrial dysfunction. Cell Death & Disease, vol. e91; p. 1-8, doi.org/10.1038/cddis.2010.73 (2010)
  3. PIERAMICO V, ESPOSITO R, SENSI F, CILLI F, MANTINI D, MATTEI PA, FRAZZINI V, CIAVARDELLI D, GATTA V, FERRETTI A, ROMANI GL, SENSI S.L.. Combination Training in aging individuals modifies functional connectivity and cognition, and is potentially affected by dopamine-related genes. PlosOne, 2012;7(10):e46649 doi.org/10.1371/journal.pone.0043901
  4. GRANZOTTO A, SENSI S.L.. Intracellular zinc is a critical intermediate in the excitotoxic cascade. Neurobiol Dis. 2015 Sep;81:25-37. doi.org/10.1016/j.nbd.2015.04.010. Epub 2015 May 1.
  5. M BOMBA, A GRANZOTTO, V CASTELLI, N MASSETTI, E SILVESTRI, L.M.T. CANZONIERO, AM. CIMINI, SL SENSI Exenatide exerts cognitive effects by modulating the BDNF-TrkB neurotrophic axis in adult mice Neurobiol Aging 2018 Apr;64:33-43. doi.org/10.1016/j.neurobiolaging.2017.12.009. Epub 2017 Dec 19.

 

Link esterno: molecularneurology.unich.it 

Avvisi

Nessun avviso in evidenza

Documenti

Nessun documento in evidenza

Scopri cosa vuol dire essere dell'Ud'A

SEDE DI CHIETI
Via dei Vestini,31
Centralino 0871.3551

SEDE DI PESCARA
Viale Pindaro,42
Centralino 085.45371

email: info@unich.it
PEC: ateneo@pec.unich.it
Partita IVA 01335970693

icona Facebook   icona Twitter

icona Youtube   icona Instagram